20
homepage
22
LA PRIMA DI COPERTINA
(clicca sull'immagine per scaricarla a dimensioni reali)
LA QUARTA DI COPERTINA
(clicca sull'immagine per scaricarla a dimensioni reali)
Clicca per scaricare
1.160 KB

1.335 KB
ARTICOLO / RUBRICA
Pagine
Formato
(dimensioni)
Scarica*
Scarica il numero completo in alta risoluzione
1-52
pdf
(75.311 KB!)
L'editoriale: "La ricerca cerca l’uomo e non si ferma davanti all’ignoto"
di Piero Tundo

Cari studenti,
questo numero, più dei precedenti, riporta esperienze che derivano da settori di ricerca assai lontani tra loro, come la chimica, la fisica e l’architettura. Nonostante ciò, li accomuna la volontà di perlustrare zone dello scibile ancora inesplorate, alla ricerca di nuove conoscenze che potranno solo in parte trovare applicazione nel prossimo futuro. ...
2
pdf
(223 KB)
Il sommario
3
pdf
(730 KB)
Energia illimitata imitando il sole
di Piero Martin

La fusione nucleare potrebbe soddisfare la nostra crescente fame di energia

Portare sulla terra l’energia che alimenta il sole: la fusione termonucleare. Sostenibile, pulita, sicura, potenzialmente illimitata. Questa è la sfida che la comunità internazionale sta affrontando con un sistema di ricerca scientifica e tecnologica d’avanguardia e che vede oggi negli esperimenti ITER (www.iter.org) e NIF (lasers.llnl.gov) le sue punte di diamante. Questo è quello di cui parleremo: della sfida, di dove siamo arrivati, di dove andiamo, di quanto sia importante la ricerca e la formazione di giovani studenti e ricercatori.
4-15
pdf
(5.333 KB)
Quando i chimici organici sono architetti molecolari
di Piero Tundo

Gli scienziati sono alla continua ricerca di molecole sintetiche con strutture sempre più complesse e nuove proprietà.

La sintesi chimica, specie quella di molecole organiche, inventa e produce nuove strutture che hanno forma e funzioni diverse. In tal modo con la fantasia e l’intuizione essa genera l’oggetto della propria ricerca e della propria speculazione; questa specificità accomuna il chimico a poche altre attività umane. Un paragone può essere fatto con l’architetto, distinguendosi da questo per le dimensioni degli oggetti creati.

16-21
pdf
(1.854 KB)
Architettura sostenibile, progettiamo un futuro più verde
di Giovanni Caprioglio

L’eco-compatibilità di un complesso architettonico non è data solo dagli eco-gadget di cui è provvisto, essa è determinata soprattutto da una sua reale integrazione con l’ambiente circostante.

Oggi il mestiere di architetto si differenzia dal passato anche recente, soprattutto nella nuova dimensione della sostenibilità ambientale del proprio intervento progettuale. I giovani che si accingono ad intraprendere gli studi di architettura, orientandosi successivamente all’esercizio della professione di progettisti (compositori), tra le tante variabili di utilizzo della laurea quinquennale, affronteranno una dimensione del proprio lavoro del tutto diversa. Il giovane professionista dovrà mantenere e radicare il convincimento di un rapporto etico con la committenza, che si tradurrà nel condurre la propria “ricerca” con animo poetico, condizione per costruire un proprio linguaggio di riconoscibilità delle sue opere, rivolto innanzitutto a se stesso.
22-31
pdf
(5.530 KB)
I segreti dell’NMR, la “macchina dell’invisibile”
di Stefano Antoniutti

Scoprire la struttura delle molecole grazie alla risonanza magnetica nucleare.

In questo articolo riprendiamo la trattazione sull’NMR, la risonanza magnetica nucleare, quale potente mezzo analitico che ci aiuta a rivelare la natura di composti ignoti che vogliamo studiare. Nello scorso numero di “Green” avevamo parlato in generale dei vari aspetti e delle potenzialità della metodica, di seguito discuteremo delle informazioni che ci rivelano gli spettri ottenuti con questo strumento, dei segreti del mondo invisibile delle molecole che essi ci possono svelare.
32-37
non scaricabile
Inquinamento indoor: ecco cosa si respira a scuola
di Marco Crispiatico

DALLE SCUOLE - Una curiosa indagine sulla qualità dell’aria negli ambienti confinati dell’Istituto Maria Immacolata di Gorgonzola (MI).

Da anni si conosce il ruolo degli inquinanti aerodispersi negli ambienti confinati riguardo allo sviluppo di sindromi di vario tipo, generalmente indicate come “malattia da edificio malato”, dal termine anglosassone Sick Building Syndrome, spesso abbreviato in SBS. Vi sono evidenze sperimentali che l’esposizione a tali agenti chimici e/o biologici può determinare patologie di diversa gravità: da quelle più lievi, come le infiammazioni delle mucose oculari o delle prime vie aeree, a quelle di media gravità, quali le alveoliti allergiche, fino quelle più gravi, tra le quali troviamo la polmonite acuta e anche alcune forme di tumore. Tali fenomeni possono avere un impatto rilevante soprattutto in ambienti indoor affollati. Pertanto con lo studio qui presentato abbiamo voluto verificare quale potesse essere il rischio di contrarre una SBS di natura biologica in un ambiente particolare come le aule scolastiche, frequentate per buona parte della giornata da numerosi giovani studenti.
38-45
non scaricabile
I risultati della ricerca europea non saranno tenuti sotto chiave
di Gino Banterla

L’EUROPA DELL’INNOVAZIONE - Parte il Progetto OpenAIRE riguardante le ricerche finanziate nell’ambito del Settimo Programma quadro.

Gli studi nei settori della salute, dell’energia, della tecnologia dell’informazione e della comunicazione, delle infrastrutture di ricerca, delle scienze sociali, degli studi umanistici e della scienza nella società dovranno saranno depositati in un archivio on line “open access”. Gli altri progetti da conoscere: l’Agenda digitale, la rete Géant, la banca dati Cordis.
46-48
non scaricabile
NEWS - Futuro & Futuribile**
a cura della Redazione

- Vetro flessibile
- Sensazioni a fior di pelle
49-50
**
Come faticano a farsi strada le buone idee nel Paese che premia il non-merito…
di Piero Tundo e Gino Banterla

L’esperienza di Green quattro anni dopo.
51
non scaricabile
* per scaricare più rapidamente cliccare col tasto destro sul logo e selezionare "salva destinazione (collegamento) con nome"
** le notizie vengono pubblicate nell'apposita sezione del sito
L'editore, nell'ambito delle leggi sul copyright, è a disposizione degli aventi diritto che non si sono potuti rintracciare.
© Consorzio INCA, 2006-2010. Tutti i diritti riservati