24
homepage
index
LA PRIMA DI COPERTINA
(clicca sull'immagine per scaricarla a dimensioni reali)
LA QUARTA DI COPERTINA
(clicca sull'immagine per scaricarla a dimensioni reali)
Clicca per scaricare
301 KB

184 KB
ARTICOLO / RUBRICA
Pagine
Formato
(dimensioni)
Scarica*
Scarica il numero completo in pdf in alta (per la stampa) e bassa (per la lettura a video) risoluzione
1-52
12.920 KB
44.699 KB
Crisi e rivoluzione: come cambia Green nel 2012
L'editoriale di Fulvio Zecchini

Cari lettori,
come preannunciato, per affrontare la crisi economica che ha ovviamente colpito anche noi, abbiamo deciso di cambiare radicalmente le modalità di realizzazione e distribuzione della nostra rivista. Abbiamo cercato di fare di necessità virtù, attuando una rivoluzione che faccia comunque rima con evoluzione, affiancando a variazioni che per alcuni risulteranno peggiorative, soluzioni certamente migliorative. ...
2
pdf
(147 KB)
Il sommario
3
pdf
(426 KB)
Un mondo a colori
di Nicoletta Faraone

La chimica dei coloranti tessili naturali

Nella nostra quotidianità ogni oggetto viene identificato e riconosciuto anche grazie alla sua caratteristica colorazione; quest’ultima non è una proprietà intrinseca delle cose ma il risultato di complessi processi fisici e chimici che coinvolgono il nostro occhio e la luce.
La chimica ha un ruolo fondamentale, determina le molteplici varietà cromatiche dei materiali e dei composti. Ne sono un esempio le tante sostanze naturali che già dall’antichità venivano usate, tra l’altro, per la fabbricazione di tessuti, alimenti, cosmetici e manufatti artistici: una vasta gamma di colori di origine vegetale e animale, ottenibili grazie all’uso di particolari classi di molecole e specifiche tecniche produttive.
4-9
pdf
(1.282 KB)
Questione di pelle
di Matteo Crosera, Gianpiero Adami, Massimo Bovenzi e Francesca Larese Filon

Il rischio da esposizione cutanea a sostanze tossiche

In passato la cute veniva generalmente considerata come una barriera impenetrabile dall’esterno, invece, nel tempo, si è rivelata come una possibile via d’ingresso di sostanze tossiche all’interno dell’organismo. Tale fenomeno - sfruttato anche in ambito farmaceutico per somministrare alcuni tipi di medicinali mediante veicolazione transdermica - presenta un rischio non trascurabile per la salute, soprattutto in particolari ambiti professionali, dove il lavoratore è esposto quotidianamente a composti potenzialmente dannosi.
A differenza della penetrazione per via respiratoria, il rischio legato all’assorbimento cutaneo è scarsamente percepito, di conseguenza non viene data la giusta importanza all’utilizzo di dispositivi di protezione individuali per la pelle, con conseguenze anche molto gravi, fino alla comparsa di patologie invalidanti. Cerchiamo di capire assieme questo fenomeno poco conosciuto e vediamo alcuni esempi di contaminanti che possono entrare nel nostro organismo attraverso la cute.


10-17
non scaricabile
---
DOSSIER - Chimica salvavita: alla scoperta degli antibiotici
di Tiziana Bernello

Dal fortunato ritrovamento della penicillina ai nuovi antibatterici

Pare quasi ironico che gli antibiotici, termine derivato dal greco che significa letteralmente “contro la vita”, possano aver salvato così tanti uomini e animali dal momento della scoperta della penicillina, che la vulgata corrente attribuisce erroneamente ad Alexander Fleming nell’anno 1928.
Vediamo assieme la curiosa storia a partire dalle prime ricerche di uno scienziato italiano di fine Ottocento, geniali quanto ignorate, la natura e il meccanismo di azione di queste e altre molecole ad azione antibatterica; non mancando di sottolineare i problemi causati dal loro utilizzo indiscriminato.
18-31
non scaricabile
---
Il Modello Standard
di Lorenzo De Angeli

Intervistiamo un giovane scienziato del CERN sulle particelle elementari e le forze fondamentali

Piccole e invisibili ai più potenti microscopi, sono i costituenti dell’universo: le particelle elementari sono descritte dal Modello Standard, uno dei risultati più affascinanti della fisica teorica del Novecento. Ma quante sono? E come riusciamo a “vederle”? Potrebbero essercene altre che al momento non conosciamo o non siamo riusciti a teorizzare?
Parliamone con Danilo Piparo, ricercatore al Consiglio Europeo di Ricerca Nucleare (CERN) di Ginevra, che insieme ad altre migliaia di fisici sta analizzando i risultati di LHC, il più potente acceleratore di particelle oggi esistente.
32-35
non scaricabile
---
Life Cycle Assessment
di Antonio Scipioni, Monia Niero, Sara Toniolo e Alessandro Manzardo

La valutazione dell’impatto ambientale di prodotti e processi nell’interezza del loro ciclo di vita

La metodologia Life Cycle Assessment (LCA), inizialmente sviluppatasi in ambito industriale per la valutazione dei potenziali impatti ambientali legati ai prodotti, è stata applicata nel corso degli anni anche all’analisi di servizi, di sistemi e processi sempre più complessi e articolati.
Partendo da una descrizione delle norme della serie ISO 14040, che rappresentano il riferimento a livello internazionale per la conduzione di studi LCA, vengono presentati due casi studio riguardanti rispettivamente un prodotto e un processo, a dimostrazione della versatilità dalla metodologia e delle potenzialità che la stessa offre come strumento a supporto delle decisioni, in ambito non solo industriale ma anche progettuale.
36-43
pdf
(2.372 KB)
Musei scientifici e biblioteche nell’era dell’informatica
di Luigi Campanella e Fulvio Zecchini

Le reti della conoscenza come strumento moderno di archiviazione e consultazione del sapere scientifico

Nell’ambito dell’attuale dibattito sui modelli di musei della scienza, la multipolarità è un carattere concettuale importante, una proposta nuova che può contribuire all’individuazione di un nuovo modello di museo della scienza, concepito come un network. Queste strutture museali, destinate originariamente a raccogliere e conservare oggetti relativi alla scienza e alla tecnica, si sono trasformate nel tempo in risposta a una serie di forze interne ed esterne che hanno determinato la nascita di successivi modelli di riferimento.
Esaminandone l’evoluzione per capire in quale contesto si colloca l’idea del museo multipolare, si può riassumere la storia in una successione di quattro generazioni che descriveremo in questo articolo, concludendo poi con una riflessione sulla costituzione di reti di musei e biblioteche come formidabile strumento di archiviazione e consultazione del sapere scientifico.
44-49
pdf
(1.723 KB)
NEWS - Futuro & Futuribile
"Al traguardo la sesta edizione delle Olimpiadi della Scienza"


Si concluderà il 23 gennaio 2012 con la cerimonia di premiazione che si terrà presso l’Istituto Tecnico Industriale Statale “Stanislao Cannizzaro” di Catania, vincitore del primo premio, la sesta edizione (a.s. 2010/2011) delle Olimpiadi della Scienza - Premio Green Scuola, intitolata “Quando la chimica diventa amica dell’ambiente - Presente e futuro dei prodotti chimici puliti”.
Il concorso è organizzato dal Consorzio Interuniversitario Nazionale “La Chimica per l’Ambiente” (INCA) in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) – Dipartimento Istruzione, D.G. per gli Ordinamenti Scolastici e per l’Autonomia Scolastica, con la nostra rivista e con la partecipazione della SCI, la Società Chimica Italiana.
Di seguito riportiamo una breve descrizione degli elaborati vincitori. Maggiori dettagli su questi e sui lavori più curiosi saranno pubblicati sul prossimo numero di Green, assieme alla cronaca della giornata di premiazione.
50-51
pdf
(657 KB)
* per scaricare più rapidamente cliccare col tasto destro sul logo e selezionare "salva destinazione (collegamento) con nome"
L'editore, nell'ambito delle leggi sul copyright, è a disposizione degli aventi diritto che non si sono potuti rintracciare.
© Consorzio INCA, 2006-2011. Tutti i diritti riservati