24
homepage
index
ARTICOLO / RUBRICA
Pagine
Dimensione
Scarica il pdf*
SCARICA IL NUMERO COMPLETO
1-53
42.012 KB

6.300 KB
Copertina
1
1.230 KB

321 KB
I giovani, la scienza e il futuro dell’umanità
L'editoriale di Fulvio Zecchini

Cari lettori,
è ormai chiaro a tutti che il pianeta sta vivendo una profonda crisi sociale, economica e ambientale. E come recita la citazione di Albert Einstein sulla quarta di copertina dell’ultimo numero di Green: “Non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati”. Urge nella popolazione mondiale, soprattutto a livello di governanti, un cambio di mentalità che consideri come priorità assoluta lo sviluppo sostenibile. Perché questa possa pervadere il tessuto della nostra società nel prossimo futuro, non possiamo prescindere dall’educazione dei giovani e dalla scienza e tecnica. ...
2
664 KB

173 KB

Il sommario
3
2.091 KB

510 KB
Chiodi, martelli e conigli verdi
di Silvia Casini

Arte e scienza: una collaborazione curiosa e talvolta difficile tesa ad ampliare gli orizzonti della nostra conoscenza

Potrà sembrare un paragone ardito, ma in ambito lavorativo l’artista e lo scienziato sono accomunati in primo luogo dall’uso della fantasia. Così come l’arte moderna reinventa oggetti della quotidianità e persino rifiuti facendone opere, più o meno concettuali, che allietano i nostri sensi, così, oggi, la scienza porta le sue tecnologie fuori dal laboratorio, applicandole ad altri settori dello scibile umano in maniera prima impensabile. Ecco un curioso esempio di collaborazione tra arte e scienza.
4-10
5.835 KB

525 KB
Nuove biotecnologie: insetti e biocarburanti
di Gabriella Butera

Gli insetti xilofagi come fonte di enzimi per ottenere bioetanolo da biomasse lignocellulosiche

I biotecnologi sono sempre alla ricerca di enzimi dalle fonti più disparate, utilizzabili per ottenere sintesi pulite e innovative con le quali produrre beni di largo consumo. Gli insetti xilofagi si nutrono di legno. Sebbene alcune specie siano decisamente dannose per i manufatti realizzati con questo materiale, sono importanti nel ricambio del carbonio organico e dalla flora intestinale di alcuni di essi si possono ottenere enzimi utilizzabili per produrre biocarburanti di seconda generazione da biomasse legnose. In questo modo si possono usare fonti energetiche rinnovabili, evitando l’inopportuna competizione con le colture alimentari.
11-16
6.747 KB

644 KB
INSERTO SPECIALE: Olimpiadi della Scienza - Premio Green Scuola
Ecco i tre elaborati vincitori

1° CLASSIFICATO

Riciclo Oli Esausti

trasposizione a cura degli autori e dei docenti coordinatori (formato originale: sito web)

L'attività di rigenerazione degli oli usati presenta finalità ecologiche oltre che economiche, sottraendo all’ecosistema un rifiuto pericoloso per trasformarlo in un prodotto riciclato di alta qualità, contribuisce alla riduzione delle importazioni di greggio, materia prima proveniente da fonte non rinnovabile.
Il progetto, qui sintetizzato, è stato realizzato in forma di sito web da alcuni membri dell’Ecocomitato del nostro Liceo Scientifico "L. Da Vinci" di Umbertide (Perugia). La scelta della tecnica espressiva è basata sulla sua sinteticità e semplicità, una forma di comunicazione più efficace e attuale. Trattando del caso concreto del riciclaggio degli oli esausti, abbiamo cercato di approfondire la tematica del rapporto tra uomo e ambiente con un approccio interdisciplinare e olistico.
17-25
6.489 KB

613 KB
INSERTO SPECIALE: Olimpiadi della Scienza - Premio Green Scuola
Ecco i tre elaborati vincitori

2° CLASSIFICATO

Faccia a faccia con la CO2

trasposizione a cura degli autori e dei docenti coordinatori (formato originale: presentazione ppt)

Nell’ambito del progetto didattico “Dare per salvaguardare l’ambiente”, gli alunni delle classi prime e seconde dell’indirizzo “Istituto tecnico tecnologico: informatica e telecomunicazioni” dell’Istituto d’istruzione superiore statale “Sandro Pertini” di Genzano di Roma hanno analizzato il ciclo vitale dell’anidride carbonica, tracciandone una vera e propria “carta d'identità” e realizzando un elaborato dal titolo “A faccia a faccia con l’anidride carbonica, più siamo meglio è” dal taglio decisamente divulgativo, volto in primo luogo al coinvolgimento emozionale del lettore.
26-28
2.707 KB

415 KB
INSERTO SPECIALE: Olimpiadi della Scienza - Premio Green Scuola
Ecco i tre elaborati vincitori

3° CLASSIFICATO

La sfida dell’ambiente per la chimica. Una sintesi "green" del polistirene

trasposizione a cura degli autori e dei docenti coordinatori (formato originale: presentazione ppt)

Nell’ambito del progetto dal titolo “Dai polimeri sintetici alle plastiche biodegradabili” del Piano dell’Offerta Formativa a. s. 2011/12 dell’ITI “Basilio Focaccia” di Salerno, alcuni alunni del triennio dell’indirizzo chimico hanno realizzato in laboratorio la sintesi del polistirene in emulsione acquosa e ne hanno evidenziato i vantaggi ambientali, ma anche economici, rispetto alle tecniche tradizionali utilizzate nei processi industriali di produzione di questo polimero di largo impiego. Il processo si inquadra nel contesto delle applicazioni della chimica eco-compatibile a supporto dello sviluppo sostenibile, oggi nota come “chimica verde”.
29-34
3.414 KB

526 KB
La natura ti fa bella (e sana)
di Giovanna Lodato

Impazza il trend della cosmesi “eco-bio”. Ecco come scegliere consapevolmente

Prendersi cura di sé senza danneggiare l’ambiente. Con quante sostanze entriamo ogni giorno in contatto svolgendo la nostra toeletta quotidiana? Creme, lozioni, saponi, make-up, tutti prodotti fondamentali per la cura della persona, spesso con ingredienti possono avere effetti nocivi sulla salute. Questo motivo sta alla base del boom di mercato dei cosiddetti cosmetici eco-bio: vediamo di cosa si tratta e come li possiamo riconoscere tra gli scaffali.
35-41
3.975 KB

481 KB
Antibiotici in zootecnia: abuso e farmacoresistenza
di Carmen C. Piras

La zootecnia fa un uso massiccio di antibiotici, con ripercussioni significative sulla salute e sull’ambiente

Quando si usano antibiotici per il trattamento dei malattie infettive, la maggior parte dei batteri viene uccisa, ma una piccola percentuale di microrganismi può sopravvivere essendo divenuta resistente all’antibiotico utilizzato. Si tratta di un fenomeno in crescente espansione, a seguito del quale farmaci considerati in passato di prima scelta per il trattamento di specifiche infezioni attualmente non sono più efficaci e la farmacoresistenza è diventato un problema di estrema importanza nella tutela della salute pubblica. Nonostante la principale causa sia l’utilizzo umano (o meglio l’abuso), la metà circa degli antibiotici oggi prodotti è destinata alla zootecnia, con importanti implicazioni di tipo sanitario e ambientale.
42-50
4.020 KB

552 KB
NEWS - Futuro & Futuribile
a cura della redazione
- Quando il pericolo è dolcissimo (la potenziale tossicità dell'aspartame)
- Inquinanti senza frontiere
51-52
2.429 KB

369 KB
Quarta di copertina
con citazione di Johann Gottlieb Fichte (filosofo tedesco; 1762-1814).
53
1.273 KB

510 KB
* per scaricare più rapidamente cliccare col tasto destro sul logo e selezionare "salva destinazione (collegamento) con nome"
L'editore, nell'ambito delle leggi sul copyright, è a disposizione degli aventi diritto che non si sono potuti rintracciare.
© Consorzio INCA, 2006-2013. Tutti i diritti riservati