Le news dal mondo della scienza

homepage
< meno recenti | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | più recenti >

Sole stanco

A metà del giugno scorso, i ricercatori statunitensi del National Solar Observatory (NSO) e dell’Air Force Research Laboratory (AFRL) hanno riscontrato che l’attività solare sta rallentando. Ciò potrebbe preludere a un periodo di relativa inattività della nostra stella, di “riposo”. Secondo i calcoli dell’NSO le conseguenze sulla temperatura media della Terra sarebbero marginali. Non si verificherebbe, cioè, la mini-era glaciale che qualcuno ha ipotizzato... leggi

Carta fotovoltaica

Pare una normale stampa su carta comune di un disegno geometrico, pieno di piccoli rettangoli scuri. Invece è un pannello solare, assolutamente flessibile, tanto da poter essere piegato e messo in tasca, realizzato con una tecnologia “a getto d’inchiostro” ispirata a quella delle nostre stampanti. Il materiale fotovoltaico viene spruzzato sul foglio con opportuni accorgimenti tecnici e quest’ultimo diventa capace di catturare l’energia del Sole, trasformandola in elettricità... leggi

Il risparmio energetico in famiglia e a scuola

Chi non s’impegna e non s’informa non risparmia energia e, quindi non taglia le proprie emissioni di CO2. A confermarlo arrivano i dati del progetto R.A.C.E.S. (Raising Awareness on Climate and Energy Saving; www.liferaces.eu), svolto nell’ambito del programma LIFE+ della Ce, mirato a informare il pubblico generale sull’impatto locale del cambiamento climatico e a sensibilizzare determinati gruppi di utenti, tra cui famiglie, studenti e docenti... leggi

Progetto E.V.A.: la ricostruzione sostenibile all’Aquila

Passeggiando ai piedi del Gran Sasso, a due anni dal terremoto del 6 aprile 2009 che ha sconvolto l’Aquila e il suo circondario, si può sperimentare, nel presente, come potesse avvenire lo spopolamento e l’abbandono delle città nel passato. Ma gli aquilani, com’è nella loro natura, si sono rimboccati le maniche e hanno cominciato a ricostruire abitazioni di qualità a basso impatto ambientale... leggi

Idrogeno per mini-autotrazione

Due video su YouTube mostrano un’automobilina a idrogeno in funzione; il fine è quello di sensibilizzare il pubblico sulla necessità di abbandonare al più presto l’uso dei carburanti fossili per autotrazione.Il progetto è stato realizzato da alcuni allievi dell’Istituto d’Istruzione Superiore di Furci Siculo, nell’ambito dell’iniziativa “Ambiente in promo: un’idea per una nuova mobilità”, co-organizzata dalle autorità locali e dalla sede Unesco di Messina... leggi

“Batteri dell’arsenico”: una forma di vita aliena?

Certo gli alieni non ce li aspettavamo così, piccolissimi, tozzi, senza arti e senza testa! A parte le facezie, la notizia del 2 dicembre scorso ha dello straordinario dal punto di vista scientifico. Già si conoscevano batteri capaci di respirare arsenico usandolo al posto dell’ossigeno, ma quelli trovati da alcuni ricercatori statunitensi, durante uno studio finanziato dall’Istituto di Astrobiologia della NASA, sono davvero unici: con diverse prove in vitro è stato verificato che possono usare l’arsenico al posto del fosforo come costituente di molecole fondamentali per la replicazione e la struttura dell’organismo, tra cui il Dna, le proteine e i fosfolipidi delle membrane cellulari... leggi

Vetro flessibile

Televisori e monitor a tubo catodico, pesanti e ingombranti, sono ormai solo un ricordo. Ormai tutti abbiamo a casa quelli di nuova generazione - plasma, LCD o LED - relativamente sottili e leggeri, ma anche questi fra qualche tempo esisteranno solo nella nostra memoria. Al KAIST, Korea Advanced Institute of Science and Tecnology, hanno recentemente realizzato un film composito fatto da un tessuto di fibre di vetro rinforzato con una particolare resina che potrà essere usato per la realizzazione di schermi sottilissimi e leggerissimi, tanto flessibili da essere arrotolabili... leggi

Sensazioni a fior di pelle

Alla Stanford University (California) hanno realizzato un sensore ultrasensibile ed elastico che imita la nostra pelle nel rilevare anche la più lieve pressione. Utilissime, ancorché impensabili ai più, potrebbero rivelarsi le potenziali applicazioni nel settore delle protesi e della chirurgia, della robotica, dei display touch-screen e della sicurezza stradale... leggi

Ultimo aggiornamento: 13 maggio 2011.
© Consorzio INCA, 2006-2011. Tutti i diritti riservati